Concorso artistico letterario “Il coraggio della fragilità”

locandina-concorso-small

In occasione del 15° della fondazione della Fraternità della Visitazione, nell’ambito delle iniziative “Un anno per riflettere”, è stato indetto un concorso artistico letterario, che invita ad esprimere la forza nascosta in ogni umana fragilità. Il tema della fragilità è un tema universale , ci riguarda e nello stesso tempo riguarda ogni creatura,  ogni essere umano. È un orizzonte che ci accomuna, e si declina in tanti modi:  dalla fragilità dell’essere donna, alla fragilità del corpo nella malattia, della mente, alla fragilità economica dei nostri tempi.  In allegato il testo del bando con le indicazioni per la partecipazione.

Locandina
Volantino
Bando del concorso

I misteri della Siria

i-misteri-della-siria

Il patto con il diavolo, Fulvio Scaglione, 2016, BUR Biblioteca Universale Rizzoli

Sono ormai venticinque anni che i Paesi occidentali vivono il dramma del terrorismo islamico, ma nonostante guerre, alleanze sancite e instaurazione di regimi “amici”, la situazione resta incandescente. Ma è davvero impossibile fermare gli islamisti? E per quale motivo i popoli del Medio Oriente ci appaiono irriducibilmente ostili, anche quando ci presentiamo con le migliori intenzioni? Nella prima inchiesta che ha il coraggio di affrontare a fondo le responsabilità dell’Occidente, Fulvio Scaglione – che ha vissuto da inviato tutti i conflitti che hanno generato l’attuale crisi mediorientale, dalla Cecenia all’Afghanistan fino all’Iraq – racconta i clamorosi errori di valutazione, gli affari non sempre limpidi, le alleanze sbagliate a tradite, e mette a nudo ciò che potevamo fare e che invece non abbiamo fatto contro il terrorismo islamico. Dalle fratture ereditate dalle politiche coloniali ai danni causati con la rovinosa “guerra al terrore”, dalla visione superficiale sull’lsis e la sua organizzazione all’unione di politica e interessi che ha determinato le strategie in Medio Oriente, Scaglione passa in rassegna la lunga lista di disastri in cui ci siamo impantanati. E mette in discussione le basi su cui abbiamo fondato le nostre scelte, a partire dall’illusione di poter “esportare la democrazia” e imporre in ambiente islamico usi e costumi occidentali: perché, al di là della propaganda, “i tentativi di travasare i riti della nostra democrazia hanno sempre prodotto dei mostri politici”.

Speciale Referendum costituzionale 2016

Logo-Fondazione logo Res Magnae

Speciale Referendum costituzionale 2016: Marco Italiano intervista Maurizio Lupi, Capo gruppo Area Popolare alla Camera dei Deputati
14 ottobre 2016

Si parla di Referendum, Bicameralismo perfetto, Nuovo senato ed immunità parlamentare, Riforma del 2001, ritorno di alcuni poteri allo Stato Centrale, prossime Elezioni politiche 2018, sui Moderati italiani e tanto altro ancora.

Veritas in caritate n.7 (2016)

Centro studi per l'ecumenismo

«Dialogo e preghiera»
In queste ultime settimane si sono moltiplicati gli atti di violenza che hanno condotto alla morte uomini e donne, portando sofferenze e sconforto in tanti paesi del mondo: dalla Francia, alla Siria, dal Bangladesh agli Stati Uniti, solo per citarne alcuni di un panorama che ha assunto una dimensione globale, sollevando tante domande su cosa gli uomini e le donne di buona volontà possono e devono fare per mettere fine a questa stagione di violenza con la costruzione della pace che deve essere fondata sull’accoglienza e sulla giustizia. Come papa Francesco è tornato a dire, anche di recente, ci deve essere una condanna ferma, chiarissima, senza se e e senza ma, di questa violenza che genera altra violenza, che nasce dalla desolazione di non vedere una speranza per il domani; si tratta di una condanna della violenza che serve anche per denunciare qualunque tentativo di attribuire questa violenza alla religione e di giustificare questa violenza con la religione: per il papa ci troviamo di fronte a una guerra, a pezzi, con modalità, in parte, completamente nuove rispetto alla concezione classica di una guerra, ma non si può parlare in alcun modo, di una guerra di religione, come invece in tanti, anche solo per fare effetto, riprendendo il vecchio schema dello «sconto di civiltà», uno slogan che non aiuta a comprendere articolazioni e complessità dei tempi presenti, dove confluiscono tensioni e ferite del XX secolo.

CONTINUA A LEGGERE…